fbpx

A fine giugno Victor Rodriguez, preparatore atletico dell’Associazione Sportiva Cometa, ha accompagnato  a Udine un gruppo di sei bambini dell’Associazione Cometa per partecipare al City Camp presso l’Udinese Calcio.

001 (3) 001 (5)

Il City Camp rientra nel progetto “La famiglia del pallone” nato da un’idea delle Sig.re Simona Ventura, Magda Pozzo, e Umberta Gnutti  Beretta, molto attive nel sociale, che ringraziamo ancora per averci coinvolto e proposto di partecipare.

La collaborazione di Udinese Calcio e della Onlus Udinese per la Vita e la partecipazione della Lega Serie A come soggetto finanziatore, hanno consentito a trenta bambini e ragazzi tra i 6 e i 14 anni, in affido a case famiglia di tutta Italia, di partecipare gratuitamente a questa straordinaria settimana di City Camp.

E’ stata un’esperienza meravigliosa, costruttiva sotto ogni punto di vista: per cinque giorni bambini che difficilmente avrebbero potuto sperimentare così intensamente lo sport che tanto amano, hanno  giocato a calcio, stretto amicizie, partecipato ad interessanti incontri formativi, come quello sull’alimentazione del giovane atleta, tenuto dal dottore della prima squadra dell’Udinese Calcio o quello sul fair play, con la testimonianza di Laurente Ottoz, campione di livello mondiale di atletica leggera.

00001 003 (3)001 (2) 007 (3)

Il nostro allenatore, Victor Rodriguez, ha così commentato:

“A livello personale questa esperienza mi ha dato la possibilità di capire quanto sia importante non solo la quantità di titoli vinti per definire la grandezza di un Club ma piuttosto il valore dell’umiltà e della capacità di accoglienza che l’Udinese Calcio ha dimostrato in ogni gesto speso per i nostri bambini o nei confronti degli educatori che li hanno accompagnati a Udine.

Voglio ricordare anche la cordialità e la disponibilità degli organizzatori Simone Marconato e Piero Ermacora, del resp. Tecnico Paolo Poggi, degli allenatori e di Alessio, l’autista del pulmino che tutte le mattine puntualmente ci ha portato dall’ Hotel allo stadio. La partecipazione delle signore Magda Pozzo e Umberta Gnutti  Beretta ci ha emozionati.

Il percorso vissuto con i bambini è stato indimenticabile non solo perché hanno potuto giocare a calcio e vivere una settimana straordinaria, immersi in un contesto di eccezionale bellezza, ma perché hanno  ricevuto in regalo un’esperienza che risponde alle esigenze della loro vita: il progetto “La famiglia del Pallone” promuove lo sport come strumento per andare a fondo alle esigenze del cuore dell’uomo.”