SAVEtheDATEcorr

SABATO 3 OTTOBRE – COMETA

LA VIA ITALIANA ALLA SOCIAL INNOVATION

Dentro il mondo che cambia

La Via Italiana alla Social Innovation, in occasione della seconda edizione, intende confermarsi come hub internazionale di idee e proposte al servizio delle crescenti emergenze sociali dell’attuale contesto storico e culturale.

Dopo il successo della prima edizione, Cometa e Fondazione Vodafone, con il sostegno de Il Sole 24 Ore e Vetrya, intendono proseguire il lavoro di dialogo e confronto sul tema della Social Innovation per contribuire al cambiamento in atto.

L’affermarsi dell’attuale profondo mutamento sociale, la “società liquida”, pone infatti nuove sfide e opportunità per tutti. Anche quest’anno il confronto sarà tra alcuni protagonisti dell’innovazione sociale per dare slancio alla ricerca di nuove strade, in nuovi contesti, per nuovi problemi.

I lavori saranno introdotti da un dialogo con Zygmunt Bauman intervistato da Juan Carlos De Martin per un quadro della cambiamento epocale in atto e delle sue conseguenze visibili.

Nella stagione della decostruzione occorre anzitutto, per dirla con Bauman, una “genuina rivoluzione culturale” che, nel riscoprire la posizione più vera dell’uomo di fronte all’ordine della natura, permetta un lavoro di ricostruzione della persona e della società come rete di persone. Per questo sarà Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, ad introdurre il tema del realismo come metodo di conoscenza ed opportunità di ricostruzione.

Come l’innovazione sociale può offrire una risposta concreta in ambito economico, educativo e lavorativo, al cambiamento sociale in atto? La tavola rotonda offrirà spunti importanti grazie alla partecipazione di voci illustri del panorama italiano e internazionale.

Per il mondo dell’impresa interviene Stefano Micelli, noto studioso del rapporto tra creatività e sviluppo economico.

Il lavoro, inteso come rapporto organico con la realtà, può costituire attualmente il più potente elemento di cambiamento ed innovazione del settore educativo, come emerge nelle esperienze di Roberto Peverelli, dirigente scolastico dell’I.S.I.S. Paolo Carcano di Como, e Vincenzo Sibillo, preside dell’Istituto Leone XIII di Milano. Una proposta interessante che lancerà Carlo Ossola, docente presso il Collège de France e l’Università della Svizzera Italiana, è l’innovativo progetto del Liceo Artigianale, un liceo scientifico delle scienze applicate, nato nell’ambito della Scuola Oliver Twist di Cometa Formazione, che vuole rifondare il distintivo patrimonio culturale della nostra tradizione ripartendo da un apprendimento esperienziale.

Il Liceo Artigianale sarà il primo liceo candidato all’apprendistato grazie alle nuove disposizioni introdotte dalle riforme de “La Buona Scuola” e del “Job Act”, al centro dell’intervento di Carmela Palumbo, direttore generale presso il MIUR.

Le conclusioni dei lavori saranno affidate all’on. Gabriele Toccafondi, sottosegretario del MIUR.

PROGRAMMA

9.30 Registrazione partecipanti
10.00 Introduzione e saluti istituzionali

Zygmunt Bauman intervistato da Juan Carlos De Martin
Giorgio Vittadini – la sfida del realismo nella società liquida
Stefano Micelli
Roberto Peverelli
Vincenzo Sibillo
Carlo Ossola
Carmela Palumbo

13.30 Conclusioni
Gabriele Toccafondi (da confermare)

 

DOVE

COMETA – via Madruzza, 36 Como

ISCRIZIONI

R.S.V.P. entro giovedì 1 ottobre
Scrivere a:
eventi@puntocometa.org
Oggetto: COMETASI
Testo: Nome, Cognome, ente/società

UFFICIO STAMPA COMETA

Manzoni 22
Camilla Palma
Email: camilla.palma@manzoni22.it
Tel: +39 3470420386

ACCREDITO PER LA STAMPA

Inviare Email a camilla.palma@manzoni22.it

SEGUICI SU TWITTER

Hashtag: #COMETASI; #LiceoArtigianale; #ScuolaOliverTwist; @AmiciDiCometa

 

TRA I PROTAGONISTI:

Zygmunt Bauman. Uno dei più noti e influenti pensatori al mondo, a lui si deve la folgorante definizione di “modernità liquida” o “società liquida” di cui è uno dei più acuti osservatori. Nato in Polonia nel 1925, risiede dal 1971 nel Regno Unito; è professore emerito di Sociologia alle Università di Leeds e Varsavia.

Carlo Ossola. Docente di Letterature moderne dell’Europa neolatina presso il Collège de France di Parigi e Direttore dell’Istituto di studi italiani (ISI) presso l’Università della Svizzera Italiana (Lugano). È membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei, di Arcadia, Accademia Letteraria Italiana, dell’Accademia delle Scienze di Torino. Promotore e membro del comitato scientifico del costituendo Liceo Artigianale.

Giorgio Vittadini. Ha fondato nel 2002 la Fondazione per la Sussidiarietà come strumento di sviluppo culturale attraverso attività formative, di ricerca, editoriali. E’ Professore ordinario di Statistica Metodologica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, e direttore scientifico del Consorzio Interuniversitario Scuola per l’Alta Formazione Nova Universitas.

Juan Carlos De Martin. E’ professore di ruolo presso il Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino, dove ha co-fondato e co-dirige il Centro Nexa su Internet e Società. Dal 2011 è Faculty Fellow presso il Berkman Center for Internet & Society della Harvard University (dal 2015 Faculty Associate). Dal 2011 al 2015 è stato Senior Visiting Researcher presso l’Internet and Society Laboratory della Keio University (Tokyo).

Cometa è un laboratorio che ha già prodotto significative sperimentazioni di innovazioni sociali nell’ambito delle politiche di welfare per la persona e la comunità. Con un approccio olistico, ha costruito un modello integrato di azioni per la famiglia, l’educazione, la formazione e il lavoro, con risultati rilevanti in termini di sviluppo della persona, integrazione e inclusione sociale, occupazione, costruzione di reti sociali.

PARTNER: Fondazione Vodafone
Con il sostegno di: Gruppo 24ore
PATROCINIO: Regione Lombardia, MIUR, Comune di Como

QUI IL COMUNICATO STAMPA

ARTICOLO SOLE24ORE: Dentro il mondo che cambia: a Como convegno con il sociologo Bauman

ARTICOLO VITA.IT L’Artigianale di Cometa primo liceo dove si farà apprendistato

ESPANSIONE TV – LIBERO 24X7 –  Zygmut Bauman a Como